Curiosità Irlandesi: Le strade Magiche

L’Irlanda è un paese magico, regno di folletti e fatine…ancora oggi ci sono dei posti dove le più basilari leggi fisiche sembrano non trovare applicazione e dove il soprannaturale prende il sopravvento!

Questi posti soprannominati “Fairy Hills” sono più o meno facilmente raggiungibili in macchina per chiunque voglia sperimentare questo interessante fenomeno.

Ci sono due “strade magiche” in Irlanda.

La prima si trova sulle Comeragh Mountains, in County Wateford.

Direttamente sulla strada nazionale N 25 oggi si può vedere un cartello posto da qualcuno con scritto magic road..per indicare il posto esatto.

A prescindere dal trovare o meno la strada, queste montagne  sono molto belle ed incredibilmente romantiche …se vi perdete, nella peggiore delle ipotesi sarà un bel panorama!

L’altro posto si trova vicino  Dundalk, nella parte più a nord della Repubblica d’Irlanda, in County Louth sulla R173 verso Carlingfors.

La casa delle fate

Questi due posti hanno in comune una cosa, la macchina riesce a risalire la collina anche con il motore spento.

Per provare questa folle realtà basta guidare fino ai piedi di una collinetta, spegnere il motore (o lasciare la macchina in folle) ed aspettare che la macchia a poco a poco cominci a risalire la collina.

La spiegazione meno scientifica a questo fenomeno (..anche la  più bella a mio parere) è che in questi posti stiamo attraversando la soglia della terra sacra alle fate, loro ci stanno spingendo via.

Un’altra spiegazione potrebbe essere che si sta attraversando una zona piena di rame che forma un campo magnetico e che spinge le macchine dall’altra parte.

La spiegazione più razionale (e sicuramente quella più logica) è che l’effetto che la macchina risalga la collina da sola è in realtà un’ illusione ottica! In realtà non stiamo andando avanti ma indietro, secondo la legge di gravità.

 

 

Se ti e’ piaciuto questo articolo leggi anche:

Curiosità Dublino: Nelson’s Pilar, la Colonna che non c’è

Curiosità d’irlanda: La Statua della Regina Vittoria