Personaggi di Dublino: Arthur Field

Dublino come ogni grande città ha i suoi personaggi singolari.
Abbiamo già parlato di 40 coats e bang bang, oggi raccontiamo di Abraham Feldman o più conosciuto come Arthur Fields, the bridge man.


Come si capisce dal nome, Artur non era di origini irlandesi; figlio di un rifugiato Ucraino arrivò a Dublino via Londra nel 1885.
Personaggi di Dublino: Arthur FieldAll’inizio trovò difficile ambientarsi, per questo cambiò il suo nome da Abraham Feldman in Arthur Field.
Il suo primo investimento fu uno studio di registrazione dove gli artisti potevano registratore le loro canzoni dietro pagamento di una piccola somma. Ma l’economia irlandese dell’epoca era molto differente da quello che conosciamo noi oggi, così fallì dopo poco.
La sua seconda idea però fu un successo.
Lui amava fotografare e, con un investimento minimo comprò una macchina fotografica. Posizionatosi su O’Connell Bridge con un segnale alle sue spalle che recitava “faccio fotografie”, si dilettava a scattare foto dei passanti.
Questo secondo investimento funzionò bene infatti spesso i passanti gli chiedevano una foto! A loro veniva poi dato un biglietto con il quale potevano riscattare la foto al negozio in Pearse Street.
Artur percorreva circa 10 miglia al giorno per arrivare al suo posto di lavoro e da O’Connell bridge, in serata, si spostava al teatro dove la sua presenza era richiesta più che mai!!
Negli anni 60 e con il boom delle polaroid anche lui si aggiornò e cominciò ad offrire foto istantanee!
Artur lavorò sul ponte per oltre 50 anni e scatto più di 200.000 foto diventando famoso anche tra le star dell’epoca; tra i nomi irlandesi famosi: Noel Purcell, Brendan Behan and Margaret Rutherford.
La collezione delle sue foto adesso è diventata una simpatica raccolta multimediale che si può vedere su http://www.manonbridge.ie/ e che racconta la storia di Dublino dal 1930 al 1980 attraverso le foto di Arthur Field.

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche:

Storie di Dublinesi: Darkey Kelly

Personaggi di Dublino: 40 Coats

Personaggi di Dublino, BANG BANG