Turismo Culturale a Dublino: Il Museo Ebraico

20150322_135153

Oggi parliamo di un museo che non tutti conoscono: Il museo Ebraico, una delle esperienze più genuine ed autentiche che si possano fare a Dublino.

 La Comunità Ebraica in Irlanda

La traccia più antica di un museo ebraico a Dublino risale all’inizio dell’anno mille quando 5 mercanti  arrivarono via mare dalla Francia e con loro portarono oggetti e testi sacri.
Sin dal primo momento la comunità ebraica giocò un ruolo importantissimo nella società.
Il primo sindaco ebreo fu Mr William Annyas eletto nel 1555 a Youghal in Co. Cork, la prima sinagoga fu costruita nel 1660 a pochi passi dal Castello di Dublino e qualche anno dopo fu aperto il cimitero ebraico in Dublino 3.
Dal diciannovesime secolo in poi però, la comunità ebraica a poco a poco diminuì per emigrare verso gli Stati Uniti ed alla fine degli anni ottanta solo meno di duemila esponenti vivevano sull’isola di Smeraldo.

Il Museo

Il museo si trova nell’area di Portobello all’interno dell’antica sinagoga di Walworth road, è gestito da volontari e l’entrata è completamente gratuita. Le donazioni sono accettate ben volentieri.
La sinagoga fu abbandonata a poco a poco e, negli anni 70, fu chiusa definitivamente.
Da allora l’edificio rimase chiuso fino a quando nel 1985 fu riportato in vita come museo ed inaugurato dall’ ex presidente israeliano Herzog.
Il museo conserva una piccola ma importante parte dell’eredità irlandese relativa alla vita nella comunità ebraica sull’isola di smeraldo. Il materiale copre circa 150 anni di storia ed è diviso su due piani.
Al primo piano c’è una mostra di oggetti e fotografie che testimoniano la vita e la cultura della comunità ebraica agli inizi del secolo.
Estremamente interessante è la dettagliatissima ricostruzione di una cucina dell’inizio del ventesimo secolo durante la tipica festività del Sabbath.
Al secondo piano, ancora intatta c’è la sinagoga ed un’esposizione di vestiti e oggetti utilizzati durante le cerimonie.
Insomma, il museo ebraico è una destinazione obbligatoria per chi vuole fare del turismo culturale a Dublino e vedere lo spaccato di una società ormai scomparsa e che per secoli ha ricoperto un ruolo fondamentale nello sviluppo della città.

Ti è piaciuto l’articolo? Leggi anche:

Cosa vedere a Dublino: Il Trinity College

Turismo fai da te, cosa vedere a Dublino: Il Castello

Turismo fai da te, cosa vedere a Dublino: la Cattedrale di Christ Church

Gita giornaliera da Dublino

La distilleria Teeling: una distilleria a Dublino